Il processo produttivo di Bertolli

Il processo produttivo dell’olio extra vergine di oliva Bertolli è così organizzato:

Raccolta
Può essere manuale, direttamente dall’albero, oppure con pettini agevolatori o con macchine scuotitrici.
Fondamentalmente è individuare il giusto grado di maturazione delle olive.

Frangitura
Ogni anno vengono raccolti migliaia di campioni di olio e gli esperti assaggiatori selezionano le qualità migliori.

Selezione delle aree di produzione
Ogni anno vengono raccolti migliaia di campioni di olio e gli esperti assaggiatori selezionano le qualità migliori.

Controllo qualità
Più di 20.000 analisi chimica e oltre 40.000 assaggi dei campioni prelevati per individuare quelli più adatti ad ottenere uno specifico blend.

Blending
E' il termine utilizzato per indicare la miscelazione, la fase più delicata e fondamentale del processo di produzione, che serve a garantire un profilo di gusto costante nel tempo.

Confezionamento
L’olio extra vergine di oliva Bertolli viene confezionato in impianti moderni ed efficienti.
Ogni passaggio viene svolto nel massimo rispetto delle norme igieniche e di sicurezza.

Altri controlli vengono effettuati in Bertolli per assicurarti, sempre, la massima qualità


  • Il prodotto finito viene campionato e controllato in laboratorio e dal Panel di assaggiatori ad ogni lotto di produzione.

  • Periodicamente i prodotti vengono acquistati in diversi punti vendita e su questi vengono ripetuti i principali test di qualità.

  • Un sistema di rintracciabilità interno consente di identificare e tracciare ogni lotto di produzione.

Metodo di raccolta


  • Brucatura con telo è la raccolta manuale delle olive, le quali vengono fatte cadere sopra dei teli stesi ai piedi delle piante e tra un fusto e l’altro.
    Questo metodo velocizza molto la raccolta manuale, anche se può comportare la perdita delle olive più molli che si rovinano all’impatto col suolo.

  • Brucatura con cesto è la raccolta manuale delle olive da olio direttamente dai rami della pianta ed infilate ad una ad una nei cesti che spesso i raccoglitori portano legati alla cintura.
    Si tratta di un metodo tradizionale, naturalmente quasi scomparso.

  • Bacchiatura dei rami. I raccoglitori battono contro la pianta lunghe pertiche in legno.
    L’inconveniente è che oltre alle olive cadono sui teli anche foglie e rametti e la battitura può danneggiare la pianta esponendola a malattie.

Il processo produttivo di Bertolli

Questo sito e gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie per scopi funzionali, pratici
e statistici secondo le finalità illustrate nella cookie policy.

Leggi tutto